Keratron Onda

Topografo Corneale/Aberrometro Oculare Keratron™ Onda. La nuova generazione di Autoref/Ker Optikon 2000.

La nuova generazione tecnologica di diagnosi oculare.

Il Keratron™ ONDA è una combinazione di un Topografo Corneale con le stesse caratteristiche della famiglia dei topografi Optikon e un Aberrometro Oculare per misurare la refrazione e le aberrazioni oculari in differenti stati accomodativi.

In effetti si può considerare come la NUOVA generazione di Autorefrattometri/ Keratometri che misura non solo i valori refrattivi e cheratometrici ma le intere mappe corneali ed aberrometriche in differenti condizioni sia pupillari che accomodative.

La domanda odierna dei pazienti non è solo di una buona quantità visiva ma anche di una ottima qualità della visione.

Il Keratron™ ONDA dà risposte quando non si riesce ad ottenere la soddisfazione del paziente.

Sottraendo le aberrazioni corneali da quelle oculari si ottengono quelle interne per lo studio delle IOL, della cataratta e di altre patologie.

Nel caso di IOL decentrate tiltate o toriche ruotate è possibile valutare l'efficacia di un possibile reintervento.

I dati ottenuti, grazie a speciali software, sono usati per pilotare i torni per la costruzione di lenti a contatto morbide o gas permeabili a spessore differenziato in modo da compensare le aberrazioni sia di basso che di alto ordine.

Questo metodo viene usato anche per la chirurgia refrattiva con Laser ad Eccimeri. In questo caso il Laser pilotato dai dati corneali invia il raggio in differenti zone della cornea per generare un nuovo profilo corneale privo di aberrazioni.

Con le lenti a contatto, al contrario, non si abla il tessuto ma gli spessori differenziati della lente riempiranno alcune aree per ottenere un risultato finale privo di aberrazioni.

Le aberrazioni possono essere misurate dal Keratron™ ONDA con la lente indossata dal portatore per valutarne l'efficacia.

La misura consente di valutare non solo l'acuità visiva ma anche la qualità della visione mediante una simulazione di un ottotipo di Snellen.

La refrazione può essere misurata in diverse condizioni accomodative ponendo il target di fissazione a diverse distanze per ottimizzare la correzione nelle condizioni abituali di lavoro del paziente.

L'accomodazione residua viene misurata con una serie di misure fatte con mire a diverse distanze per una correzione della presbiopia personalizzata.

La dinamica pupillare viene registrata con un grafico che può evidenziare problemi neurologici. Questi parametri sono usati in chirurgia refrattiva, ortocheratologia e nella correzione presbiopica.

In occhi con aberrazioni particolarmente complesse, una correzione refrattiva per occhiali ideale può essere trovata mediante la funzione di ottimizzazione Max Strehl. Questa risulta particolarmente efficace in pazienti cheratoconici nei quali risulta difficile da individuare con gli Autorefrattometri o con una ricerca soggettiva

Il Keratron™ ONDA rappresenta una nuova generazione di Autorefrattometri/Cheratometri.

Il prezzo è dello stesso ordine di grandezza di un buon Autorefrattometro con un buon Topografo Corneale.